8 novembre 2015

Le prime del 30 ottobre 2015: Titli

Nel 2014 Titli era stato proiettato a Cannes nella sezione Un certain regard. La pellicola è diretta da Kanu Behl, che ha collaborato anche alla sceneggiatura, e prodotta da Dibakar Banerjee, per conto di Yash Raj Films, e da Guneet Monga. E' alquanto significativo che Aditya Chopra, proprietario di YRF, abbia finanziato un progetto la cui storia verte intorno ad una famiglia decisamente poco bollywoodiana. I personaggi, in Titli, sono descritti come disgustosi, brutali, violenti. Quanto al cast, Ranvir Shorey è affiancato da Lalit Behl, attore teatrale e padre del regista. Kanu Behl è una vecchia conoscenza di Dibakar Banerjee: i due, insieme, avevano redatto la sceneggiatura del clamoroso Love Sex Aur Dhokha. Fra l'altro Dibakar avrebbe voluto girare lui stesso Titli. Trailer sottotitolato in inglese. Ne approfittiamo per segnalarvi l'articolo dedicato a Behl e al film pubblicato da Brunch il 31 ottobre 2015, nel quale il regista rivela l'insolito trattamento riservato ai suoi attori sul set. Interessante anche la dichiarazione di Banerjee riportata nello stesso pezzo: 'We’re a country in the throes of a nervous breakdown, living on the edge of reality, which is why we need the outlet of escapist cinema. But that also makes us schizophrenic. In this scenario, a film like Titli provides some kind of a connect with reality'.