31 luglio 2013

Once Upon Ay Time In Mumbai Dobaara!: nuova locandina, nuovo trailer e video

Ecco un altro film che abbiamo colpevolmente trascurato, malgrado sia fra le pellicole che aspettiamo con maggiore ansia: Once Upon Ay Time In Mumbai Dobaara!. Da quando vi abbiamo presentato il trailer, è successo di tutto. Il titolo è stato leggermente modificato. La data di distribuzione è slittata al 15 agosto 2013. Nuova locandina. Nuovo trailer. Un nugolo di video ha inondato la rete: Ye Tune Kya Kiya, Chugliyaan, Tu Hi Khwahish e Tayyab Ali. Buona visione!

Sonam Kapoor: GQ India agosto 2013

La copertina del numero di agosto 2013 dell'edizione indiana di GQ è dedicata a Sonam Kapoor.

Deepika Padukone: Elle India agosto 2013

La copertina del numero di agosto 2013 dell'edizione indiana di Elle è dedicata a Deepika Padukone.

30 luglio 2013

Besharam: locandina e trailer

Beh, con Dabangg il regista Abhinav Kashyap di soddisfazioni ce ne ha regalate parecchie. Quanto a Ranbir Kapoor... è ufficiale: sono innamorata di lui. Ma guardate cosa combinano insieme quei due nel trailer di Besharam, attesissimo film la cui distribuzione è prevista per il 2 ottobre 2013. Ciliegina sulla torta: nel cast anche i genitori di Ranbir, Rishi Kapoor e Neetu Singh. Colonna sonora di Lalit Pandit. Non ci resta che aspettare...

Akshay Kumar e Sonakshi Sinha: Cine Blitz agosto 2013

In attesa di ammirarli insieme sullo schermo in Once Upon A Time In Mumbai Dobara!, il numero di agosto 2013 di Cine Blitz dedica la copertina ad Akshay Kumar e a Sonakshi Sinha.

Shah Rukh Khan: Filmfare 14 agosto 2013

Niente male, eh? Lo sguardo killer del Re non si discute. La copertina del numero del 14 agosto 2013 di Filmfare è dedicata ad un irresistibile Shah Rukh Khan.

Bajatey Raho: recensioni

The Times of India, ***: 'In his third outing in Bollywood, Shashant Shah, who has been previously credited with Dasvidaniya (2008) and Chalo Dilli (2011), attempts a light-hearted comedy. (...) Predominantly Punjabi-flavoured, the film is one of those of linear, comic capers with a slight drama that makes you smile, though the situations and characters are cliched'.
Hindustan Times, **: 'Bollywood has made up its mind. What the underworld drama has been to Mumbai, the slice-of-life comedy must be to Delhi. The Punjab-isation (of weddings, accents, songs and sense of humour) in our movies isn’t new, but it’s a better fit in the Capital. (...) BR weaves in these elements, but unfortunately, does so in a story that’s rather pat. Predictable meets implausible'.

28 luglio 2013

Chennai Express: locandine, video e sito ufficiale

Da quando Caterina vi aveva presentato il trailer, abbiamo colpevolmente trascurato questo film e ce ne scusiamo. Chennai Express è il divertentissimo titolo in programmazione per la festa musulmana dell'Id: la distribuzione è prevista per il 9 agosto 2013. Ora vi proponiamo altre due locandine e i video dei brani One two three four, Titli e Kashmir Mein Tu Kanyakumari, inclusi nella colonna sonora composta da Vishal-Shekhar. Vi segnaliamo inoltre il sito ufficiale della pellicola.
 
 

John Day: locandine e trailer

Di questo film, diretto da Ahishor Solomon, si sa pochissimo, ma il fatto che i due attori protagonisti siano il talentuso Naseeruddin Shah e il superfigo Randeep Hooda a noi basta per catalogare il thriller John Day fra le pellicole più attese dell'anno. Il trailer è stato presentato in rete qualche minuto fa. La distribuzione è prevista per il 13 settembre 2013. Curiosità: Naseer e Randeep sono molto amici. Randeep partecipa spesso ai progetti teatrali di Naseeruddin, e considera il collega più anziano un maestro e una guida.
 
 

Top-10 Indian documentaries of 2012

Vi proponiamo la classifica dei 10 migliori documentari indiani del 2012 stilata da DearCinema. E già che ci siamo, anche la locandina di Supermen of Malegaon.

Dabba: recensione di Luigi Locatelli

Irrfan Khan in Dabba
Quest'anno non abbiamo controllato il programma milanese della rassegna Cannes e dintorni ("tanto i film indiani non li presentano mai"), e, quando ormai era troppo tardi (sigh), abbiamo saputo della proiezione di Dabba. Vi segnaliamo la recensione del film di Luigi Locatelli. (Comunque il mondo è ingiusto).

Shashi Kapoor. Passaggio nell'India del cinema - Cecilia Cossio

Vi segnaliamo la distribuzione dell'e-book Shashi Kapoor. Passaggio nell'India del cinema (volume I) di Cecilia Cossio, acquistabile qui.

Satyagraha: nuovo trailer e Raghupati Raghav

Vi segnaliamo il nuovo trailer di Satyagraha, sottotitolato in inglese, nonché il video del brano Raghupati Raghav, incluso nella colonna sonora del film composta da Salim-Sulaiman. La distribuzione di Satyagraha pare slittata al 30 agosto 2013.

Indian fashion's greatest hits

Il numero in edicola oggi di Brunch, supplemento domenicale di Hindustan Times, dedica la copertina alla moda indiana. Vi segnaliamo l'articolo Indian fashion's greatest hits.

Shah Rukh Khan: People India 2 agosto 2013

Nell'attesa di scovare in rete un'immagine migliore della bellissima copertina del prossimo numero di Filmfare, vi offriamo la copertina del numero del 2 agosto 2013 dell'edizione indiana di People. La superstar è sempre la stessa (ma non ce ne lamentiamo, vero?): Shah Rukh Khan.

27 luglio 2013

IIFA Awards per l'anno 2012: i vincitori

[Blog] Il 6 luglio 2013 a Macau, nel corso di una cerimonia presentata da Shah Rukh Khan e da Shahid Kapoor, sono stati assegnati gli IIFA Awards per la produzione cinematografica del 2012. Segnaliamo i vincitori nelle categorie più importanti.

Priyanka Chopra è su Myspace

Priyanka Chopra è di sicuro la celebrità indiana più attenta all'autopromozione in rete. La diva ha inaugurato il suo profilo in Myspace, ovviamente dedicato alla carriera di cantante.

26 luglio 2013

Irrfan Khan: I object to the term Bollywood

Irrfan Khan - D-Day
Irrfan Khan è attualmente a Londra ospite del London Indian Film Festival. Vi segnaliamo l'intervista rilasciata a The Guardian, pubblicata ieri. Uno stralcio:
"I always object to the word Bollywood, I don't think it's fair to have that name. Because that industry has its own technique, its own way of making films that has nothing to do with aping Hollywood. It originates in Parsi theatre".
So what defines Indian cinema?
"Celebration, (we) celebrate everything and Indian cinema is an extension of that, so why did they lose their identity by calling it Bollywood?''.

24 luglio 2013

Salman Khan: I'm not Peter Pan

Non è proprio recente, ma siamo incappati in questo bellissimo articolo dedicato a Salman Khan, pubblicato da Tehelka il 18 settembre 2010, e ve lo segnaliamo.

72 Miles Ek Pravas: locandina e trailer

La superstar Akshay Kumar si cimenta per la prima volta nella produzione di un film in lingua marathi, 72 Miles Ek Pravas, diretto da Rajiv Patil. Akki non interpreta alcun ruolo nella pellicola. La distribuzione è fissata per il 9 agosto 2013. Vi presentiamo la locandina e il trailer.

Deepika Padukone: Femina agosto 2013

La copertina del numero di agosto 2013 di Femina è dedicata a Deepika Padukone in versione doppia.

Priyanka Chopra: Exotic

Priyanka Chopra è sempre più determinata a sfondare nella scena pop internazionale. Dopo In my city e Erase, l'11 luglio 2013 è stato presentato in rete il video del nuovo brano, Exotic, realizzato con il contributo di Pitbull. Ad oggi, il filmato è stato visualizzato quasi sette milioni di volte. Vi segnaliamo anche l'intervista concessa dalla diva a The Hollywood Reporter, pubblicata il 5 luglio 2013.
 
Video Exotic
 
Priyanka Chopra e Pitbull
 

Onir: Don't censor my views

Vi proponiamo un interessante articolo, pubblicato da Hindustan Times il 19 luglio 2013, nel quale il regista Onir analizza il modo in cui il tema dell'omosessualità è stato trattato nel cinema indiano.

The rise of robots

Appassionati di robotica? Allora non perdetevi il numero di Brunch del 21 luglio 2013 che dedica la copertina all'affascinante argomento. Vi segnaliamo gli articoli Robots take over e Top 10 robots from science fiction. Buona lettura!

Irrfan Khan: I tried being a star but it did not work for me

Con D-Day, distribuito il 19 luglio, Irrfan Khan ha nuovamente conquistato il favore della critica, ed è notizia di oggi che Dabba, presentato quest'anno a Cannes alla Semaine de la critique, verrà distribuito il 20 settembre 2013 in tutta l'India grazie all'interessamento di un certo Karan Johar e al contributo di UTV Motion Pictures. Vi proponiamo una lunga intervista concessa da Irrfan a The Indian Express, pubblicata il 15 giugno 2013.

Company su Rai Movie

Non capita spesso che un canale televisivo italiano si prenda la briga di commissionare il doppiaggio e di proporre uno dei capolavori della cinematografia popolare in lingua hindi. Non solo: sino ad ora non era mai capitato che un canale televisivo italiano presentasse un film del geniale regista Ram Gopal Varma. Per cui, signore e signori, in piedi ad applaudire Rai Movie: sabato 27 luglio alle ore 21.10 è in programmazione il magnifico, oscuro Company, celebrata gangster story del 2002 con Ajay Devgan, Vivek Oberoi, Manisha Koirala e la superstar del cinema in lingua malayalam Mohanlal. Alla sua distribuzione, Company conquistò critica e pubblico. Alcuni lo giudicarono persino superiore al mitico Satya. Ajay Devgan regala una performance indimenticabile, Vivek Oberoi un debutto clamoroso, Manisha Koirala un ruolo femminile malinconico e pieno di glamour. Company include sequenze ambientate in location straniere, scelta insolita nella filmografia di Varma. Speriamo solo che i dialoghi italiani non siano piatti ed esangui, e che il doppiaggio sia all'altezza del cast, della pellicola e della regia. Area del sito di Rai Movie dedicata a Company.

22 luglio 2013

Le prime del 26 luglio: Bajatey Raho

Bajatey Raho è la commedia diretta da Shashant A. Shah e interpretata da Vinay Pathak, Ranvir Shorey e Tusshar Kapoor. A giudicare dal trailer, il film sembrerebbe divertente.

21 luglio 2013

D-Day: recensioni

The Times of India, *** 1/2: 'Straight up, D-Day is explosive at three levels. The plot crackles. The acting sears. And the music flares with passion. (...) Irrfan (Khan) amazes, switching from tender to treacherous in a flash, (...) Arjun (Rampal) looks smashing and pulls off a competent act (...) but Rishi Kapoor stands out as Iqbal Seth, with his polyester-like silky malevolence, his mocking manipulations, his eyes behind red goggles, both frightened and frightening'.
Hindustan Times, ** 1/2: 'Advani shows command over the genre in D-Day. The action is slick, the settings credible and the cinematography impressive. (...) And till halfway point, the film is thoroughly gripping. Post that, however, the story unravels so fantastically, it demands tremendous suspension of disbelief. (...) Irrfan (Khan), unsurprisingly, is also the strongest actor. Arjun Rampal (...) brings to the role what he brings to every film — good looks and a standard brooding expression. Huma Qureshi (...) gets plenty of screen time, but has little to do. As does Kapoor who, when not getting yanked around at gunpoint, spews one-liners like (...) “pull the trigger, don’t stretch the matter".

Ramaiya Vastavaiya: recensioni

The Times of India, ** 1/2: 'The film (remake of Prabhudheva's debut directorial Telugu film) isn't ripe with any newness - in story or direction. In fact, it discernibly replants stories from the 80's-90's era (...), with cliches, a banal plot, a field-full of supporting cast (...) and a budding lead pair. Debutant Girish (Kumar) makes a splash of an entry (surfing in blue seas, 'Bond' babes take a bow), and dances with flair. His overly exuberant performance seems flaky in the first half. Later (...) he breaks loose and performs a tad better. Shruti (Haasan) looks the desi beauty; her performance is not striking, yet likeable. Sonu is the best of the 'crop', his years of labour as an actor shows. There are few good laughs, doses of sweetness and fresh melodies (Sachin-Jigar), but sadly even that is mowed down by heightened histrionics, routine dialogues and a trite tale'.
Hindustan Times, * 1/2: 'Rich boy, poor girl, inevitable romance and the trials in the path for 'true love'. The formulaic love story was in the 90s what south remakes is in today's Bollywood. It raked in money, made women believe in archetypical romantic hero willing to kill and be killed was real and launched the careers of some today's biggest stars. Ramesh Taurani has produced some of those 90s romances. Now, he decides to make one for his son. However, the formula is stale and RV rehashes older stories rather than create a new one'.

Ship of Theseus: recensioni

The Times of India, ***: 'Three films born out of a philosophical theory, which provoke you to think, question and introspect. This philosophical paean is a 3-part story, each one as complex, conflicting and contemplative. (...) Gandhi's ruminative subject, catering to art-house cinema lovers (has won critical acclaim in international film festivals), is deeply layered and beautifully intricate. He doesn't compromise artistic depth for commerce, even for a moment, though the story-telling is not without flaws. The pace is exhaustingly slow and scenes monotonously long. This idea could be compressed into smaller 'lifeboats' and still sail safe. (...) Well, watch this if you are ready for some soul-searching that ends with an intellectual orgasm'.
Hindustan Times, ****: 'It is, no doubt, an intellectual exercise, the sort festival films often indulge in. Yet, the narrative is lucid, and the stories are simple and deeply moving. And it’s all captured in stunning frames, as colourful and evocative as varied in range. (...) Yet the film truly impresses, as much for its assured direction as for its ability to make you think. SOT is perhaps too far removed from the Bollywood mainstream to make a splash at the box office'.

Le prime del 19 luglio: D-Day

Nikhil Advani torna alla macchina da presa esplorando un genere per lui inedito: in D-Day mescola il crime con l'azione, e regala a Rishi Kapoor un ruolo negativo da urlo. Rishi interpreta Dawood Ibrahim, affiancato da Irrfan Khan, Arjun Rampal, Huma Qureshi e Shruti Haasan. La colonna sonora è composta da Shankar-Ehsaan-Loy. Vi proponiamo i video dei brani Duma Dum (item song di Rajpal Yadav?), Alvida (la voce femminile è quella di Shruti Haasan, che è anche un'affermata cantante) e Murshid. Trailer.

Le prime del 19 luglio: Ship of Theseus

Grazie alla presentazione di Kiran Rao e allo sforzo distributivo di UTV Motion Pictures, arriva nelle sale indiane una delle pellicole più osannate negli ultimi tempi dalla critica: Ship of Theseus di Anand Gandhi. SOT è stato proiettato in prima mondiale al Toronto International Film Festival 2012, e successivamente incluso nel programma di numerose rassegne internazionali (Tokyo, Londra, Dubai, Brisbane, Rotterdam, Hong Kong), guadagnandosi ovunque premi e recensioni entusiastiche (v. recensione di Variety). Trailer sottotitolato in inglese.

Le prime del 19 luglio: Ramaiya Vastavaiya

Prabhu Deva con Ramaiya Vastavaiya realizza il remake hindi di Nuvvostanante Nenoddantana, il suo film di debutto alla regia (2005, in lingua telugu). Il ruolo dei protagonisti è affidato a Shruti Haasan - figlia del leggendario attore e regista tamil Kamal Haasan - e all'esordiente Girish Kumar, affiancati da Sonu Sood. Jacqueline Fernandez interpreta la coreografia dell'item song Jadoo Ki Jhappi, in compagnia dello stesso Prabhu Deva (che balla, al solito, come un dio). La colonna sonora è composta da Sachin Jigar. Un altro assaggio nel brano Hip Hop Pammi. Trailer.

Bhaag Milkha Bhaag: recensioni

The Times of India, ****: 'Mehra is brilliant at his craft; he infuses realism into drama, and explores characters so deeply and sensitively through tragedy and triumph, that it sparks an emotional deluge. The movie transitions from flashback sepia tones to moods of present, without losing the grip of emotions, ever. Cinematography is ace (Binod Pradhan); the music (Shankar-Ehsaan-Loy) heightens the drama. Prasoon's writing is powerful, lyrics are pure poetry and emotions robustly sweep the scenes with few dialogues. While there's a lot to marvel at, a hint of the director's over-indulgence in the art, results in a long 'runtime' and prolonged scenes that distract. Farhan (Akhtar) is fantastic! He peeps through Milkha's core to essay this role. With an awe-inspiring body, grit and guts, he puts blood and sweat into Milkha. (...) Overall, BMB pulsates with the storyteller's sheer passion all the way to the finish line. While you are on-the-run, pause to watch this one'.
Hindustan Times, **: 'For a film about sprinting and clocking shortest timings possible, BMB moves at a snail’s pace and goes on for over 3 hours. And while the protagonist purportedly possesses tremendous focus, the film seems to lack that very quality. Rakeysh Omprakash Mehra’s ‘biopic’ (the word has been reiterated by the makers at every interview opportunity) on Indian sprinter Milkha Singh is, at best, a meandering, indulgent version of a real story. And though it touches upon uncomfortable incidents, it painstakingly seeks to justify and glorify its hero with melodrama, dramatic camerawork and slow-motion shots of rippling muscles. (...) However, clichés notwithstanding, Farhan’s (Akhtar) performance is sincere and, at times, beautifully nuanced. His (much-flaunted) physique is only the most obvious manifestation of his prep. His accent is spot on. (...) A screenplay that trundles along, overburdened by needless song-and-dance, distractingly detailed episodes and a bevy of flat supporting characters'.

Lootera: recensioni e Manmarziyan

The Times of India, ****: 'In his second outing, (...) Motwane definitely shows an upward graph. He transports you to the '50s effortlessly with his vintage cars, opulent havelis, authentic costumes and terrific performances from his lead cast. Every frame is a picture postcard. Sonakshi (Sinha), Barun Chanda and Ranveer (Singh) need special mention. However, be suitably warned; the old-world aura and the languid pace are not for the young and restless'.
Hindustan Times, *** 1/2: 'A short story is, by definition, short. To transform it into a feature-length film brings with it the challenge (and the freedom) of conjuring up convincing motivations and back stories. Motwane decides it’s a love story — arguably the easier route to take. And he creates powerful vignettes that aren’t all rose-tinted, but also guilty and angst-ridden. However, he sacrifices logic and motivation when convenient, and in that lies Lootera’s shortcoming. (...) He captures the fading glory of zamindars in 1953 Bengal. It is lavish, but not kitschy, unlike Bhansali’s Devdas. He also creates a powerful heroine, the likes of whom rarely inhabit mainstream Bollywood. (...) Sinha deftly plays the frustrated writer and disillusioned romantic, making you wonder if this is the same actor from those masala potboilers. (...) A talented supporting cast, meanwhile, is largely wasted as side characters that flit about without direction. Flaws notwithstanding, Lootera is of a standard that’s inarguably higher than the Bollywood average. Here’s a director to watch out for'.
Il film ha incontrato il favore entusiastico della critica indiana. Vi segnaliamo la recensione di Rediff che regala a Lootera un rarissimo *****. Vi offriamo inoltre il video del brano Manmarziyan incluso nella colonna sonora composta da Amit Trivedi.

Policegiri: recensioni

The Times of India, ** 1/2: 'Clearly catering to the masses and fans of masala potboilers, this Hindi remake of Tamil blockbuster Saamy (2003) has all the right ingredients, required to appeal to its audience. It has the standard 'cop-cleansing-crime' theme, gravity defying stunts, slow-mo loud action scenes, dramatic storyline, over-dramatic dialogues, superhero-esque cop and a funny villain. Bollywood's fixation for formulaic cop films with south sensibility continues and if you don't have an issue with it, you certainly won't mind watching Policegiri. (...) However, as an actor, Sanju (Sanjay Dutt) does not ape Salman (Khan) in any way. In spite of his age and not-so-fit body, Dutt manages to bring his own elements to the film. His individualistic style is what makes the film look different. (...) The second half drags endlessly'.
Hindustan Times, *: 'Policegiri is less of a movie and more of a business idea. The commodity being sold is Sanjay Dutt, an ageing star with a sizeable, and presently nostalgic, fan following. (...) Things explode from the word go, villains crash through glass with incredible frequency and Dutt punches, kicks, shoots and shouts, sometimes all at the same time. However, the 50-plus actor no longer has the physical agility or the biceps of a Salman Khan or an Ajay Devgn. So he keeps his fluorescent shirts on. Thank god for that. The women in such potboilers are invariably irrelevant. So you have Prachi Desai as the insipid love interest. It might still have worked if their pairing looked a tad more glamorous and a tad less young girl-sugar daddy. The music is bland, and the south-inspired action repetitive, giving you little to take away (headache notwithstanding). Policegiri is entirely forgettable. And that may be a good thing. For the audience, as much for Dutt’s reputation'.

Le prime del 12 luglio: Bhaag Milkha Bhaag

Viene finalmente distribuito nelle sale indiane l'ultimo lavoro di Rakeysh Omprakash Mehra, la biografia sportiva Bhaag Milkha Bhaag. Nel cast uno strepitoso Farhan Akhtar, affiancato da Sonam Kapoor. Vi segnaliamo la nuova locandina, il trailer e i video dei brani Mera Yaar, Zinda (magnifico!) e O Rangrez, inclusi nella colonna sonora del film composta da Shankar-Ehsaan-Loy. Vi proponiamo anche una lunga, interessante intervista congiunta concessa da Mehra, da Farhan e dal vero Milkha Singh a India Today (video 60 minuti).

Anurag Kashyap: Brunch 7 luglio 2013

La copertina del numero del 7 luglio 2013 di Brunch - supplemento domenicale di Hindustan Times - è dedicata ad Anurag Kashyap. Vi segnaliamo il magnifico articolo Anurag Kashyap, the Godfather.

Zanjeer: locandina e trailer

Sembra confermato: il 6 settembre 2013 verrà distribuito nelle sale indiane Zanjeer, versione girata simultaneamente in lingua hindi di Thoofan, remake telugu di Zanjeer del 1973 interpretato dal leggendario Amitabh Bachchan. I protagonisti della pellicola diretta da Apoorva Lakhia sono la star telugu Ram Charan Teja (decisamente figo) al suo debutto a Bollywood e Priyanka Chopra, affiancati da Sanjay Dutt (solo nella versione hindi), Atul Kulkarni, Prakash Raj e Mahi Gill. Trailer. Per il trailer e la locandina di Thoofan: clicca qui.

Satya 2: locandina, trailer, Machinegun, Tu Nahi

Satya non è solo un capolavoro della cinematografia popolare in lingua hindi, la cui visione è irrinunciabile per chiunque voglia avvicinarsi al cinema indiano, ma è anche, insieme al popolarissimo Rangeela, il titolo più celebre e glorificato della filmografia del vulcanico regista Ram Gopal Varma. Potete dunque ben figurarvi l'attesa in India per Satya 2. Vi presentiamo la locandina, il trailer, e i video dei brani Machinegun e Tu Nahi. In questo filmato RGV presenta Satya 2. La pellicola è simultaneamente girata in lingua telugu, con un cast in parte modificato.

Madhuri Dixit: Andpersand luglio-agosto 2013

La copertina del numero di luglio-agosto 2013 del periodico Andpersand è dedicata a Madhuri Dixit. Ne approfittiamo per offrirvi una galleria di altre copertine meno recenti della stessa testata. Alcuni ritratti sono eccellenti.
 
Akshay Kumar
Vidya Balan
Farhan Akhtar
Sonakshi Sinha
Abhay Deol
Kangna Ranaut
Jiah Khan