21 novembre 2012

Silver Linings Playbook: locandina

Vi segnaliamo la nuova locandina di Silver Linings Playbook nella quale compare anche Anupam Kher. Vi ricordiamo che la pellicola, presentata in prima mondiale al Toronto International Film Festival 2012 (dove si è aggiudicata il premio del pubblico), viene distribuita oggi nelle sale americane. SLP ha anche inaugurato il Mumbai International Film Festival 2012, e qualche giorno fa è stato proiettato al Doha Tribeca Film Festival (evento a cui hanno partecipato Kher e Robert De Niro). SLP è diretto da David O. Russell ed è tratto dal romanzo L'orlo argenteo delle nuvole di Matthew Quick, pubblicato in Italia da Salani. Trailer.

Anupam Kher, Robert De Niro e Ashutosh Gowariker - Doha

Anushka Sharma: Brunch Q novembre 2012

La copertina del numero di novembre 2012 di Brunch Q, il periodico trimestrale affiliato a Hindustan Times, è dedicata ad Anushka Sharma.

Kajol: Masala! 15 novembre 2012

La copertina del numero del 15 novembre 2012 di Masala! è dedicata a Kajol, più bella e fresca che mai.

Salman Rushdie a Che tempo che fa

Salman Rushdie e Roberto Saviano - Che tempo che fa, 2012
Salman Rushdie ha incontrato Roberto Saviano nel corso del programma televisivo Che tempo che fa andato in onda il 19 novembre 2012. Video ufficiale. Vi ricordiamo che Rushdie è stato anche ospite dell'evento BookCity: il 18 novembre lo scrittore ha partecipato ad un incontro pubblico al Teatro Franco Parenti di Milano. Intervista concessa da Salman Rushdie a Il Giornale.

Salman Rushdie - Teatro Franco Parenti Milano, 2012
 

Tasher Desh: prima mondiale e recensioni

Kaushik Mukherjee: red carpet
L'11 novembre 2012 Tasher Desh è stato proiettato in prima mondiale al Festival Internazionale del Film di Roma. Vi segnaliamo alcune recensioni.
CineClandestino: 'Tasher Desh irrompe sul proscenio della settima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma con la deflagrante potenza distruttrice di un ordigno nucleare: (...) il film di Q è una delle materializzazioni possibili dell'idea stessa di kermesse propugnata da Marco Müller, quella che vede il festival come un luogo che accorpi nella stessa anima ricerca e intrattenimento, sperimentazione visiva e racconto popolare, innovazione e classicità. (...) La classe registica di Q, in grado di lavorare sulle geometrie della messa in scena e su un utilizzo quanto mai fertile e creativo della scenografia (la natura dello Sri Lanka, dove il film è stato girato, si mescola alla perfezione con la particolare ricreazione dello spazio voluta dal regista), si abbandona fin dall'incipit in bianco e nero (...) a una furibonda apocalisse visiva. Il montaggio sincopato, la narrazione ellittica e sconnessa, la recitazione urlata, le inquadrature sghembe fanno di The Land of Cards un elogio della frenesia e del caos che evidenzia, prima ancora che lo faccia il testo in sé e per sé, l'anima profondamente libertaria e antifascista del film. Una scheggia impazzita che attraversa la prassi cinematografica missando al proprio interno la cultura occidentale e quella indiana. (...) Q pone la firma in calce a un'opera orgogliosamente post-punk, in cui anche il colore è utilizzato in modo eversivo (...) e un incontro di ping pong dalla brevissima durata può essere risolto registicamente con otto inquadrature diverse. Spiazzante ed esaltante allo stesso tempo, The Land of Cards rammenta a coloro che ne avessero smarrito la memoria quanto il cinema possa essere rivoluzionario nell'utilizzo stesso delle tecniche e degli stili'.
CineFatti: 'Tasher Desh è un capolavoro di rara bellezza e raffinatezza (...): Q può diventare il regista simbolo del cinema del XXI secolo, con le sue idee, con la sua fusione di stili e con i brividi di grande cinematografia classica inseriti in un vortice d’innovazione. (...) Sono uomini e donne, attori eccezionali che recitano come fossero in un'opera di teatro contemporaneo. E’ la regia di Q a rendere tutto diverso, movimentato, emozione pura, Cinema. (...) Gioia per uno dei film migliori visti fino ad oggi qui al Festival Internazionale del Film di Roma, il migliore della sezione CinemaXXI in cui concorre. Duro da sopportare, difficile da digerire in molti momenti, ma le vere sfide vengono dai lavori difficili se si ha voglia di capirli e viverli per quello che vogliono essere. Momenti di puro cinema, cinema del futuro, quello che vorremmo vedere prevalere, simbolo del nuovo che tanto farebbe bisogno al mondo intero, perché si deve capire che le barriere vanno abbattute e spazio va lasciato alle nuove possibilità e ricerche'.
Area del profilo Facebook di Kaushik Mukherjee dedicata alle immagini scattate a Roma dal regista. Video ufficiale del red carpet con intervista concessa da Kaushik. Photo gallery del red carpet de Il Cinemaniaco.

Kaushik Mukherjee - Roma 2012

Kaushik Mukherjee - Roma 2012

Le prime del 30 novembre: Talaash

L'attesa è finita: il 30 novembre 2012 viene distribuito nelle sale indiane Talaash, thriller psicologico diretto da Reema Kagti e interpretato dalla superstar Aamir Khan, affiancato da Rani Mukherjee, Kareena Kapoor e Nawazuddin Siddiqui. Producono Aamir Khan e Farhan Akhtar, mentre Zoya Akhtar collabora con Reema alla sceneggiatura. La colonna sonora, composta da Ram Sampath, è notevole: vi riproponiamo il fascinoso video di Muskaanein Jhooti Hain, di Jee Le Zaraa, di Jiya Laage Na, nonchè la playlist di tutte le canzoni. Ne approfittiamo per segnalarvi il video del brano Hona Hai Kya e una lunga intervista concessa da Aamir a Hindustan Times. Trailer sottotitolato in inglese. Video della presentazione della colonna sonora. Nei prossimi giorni la macchina promozionale a sostegno di Talaash lavorerà a pieno ritmo, ci riserviamo dunque di tornare a scrivere sull'argomento.

Box office: 2/8 novembre 2012

1 - 1920 Evil Returns (distribuito il 02.11); 2 - Luv Shuv Tey Chicken Khurana (02.11); 3 - Student of the year (19.10); 4 - Chakravyuh (24.10). Bollywood Hungama non specifica il periodo, per cui, nel calcolo degli incassi al botteghino, potrebbero rientrare anche i giorni che vanno dal 9 al 12 novembre, dal momento che il 9 non vi sono state prime visioni a causa dello slittamento al 13 per la festa del Diwali.

Gattu al Piccolo Grande Cinema 2012

La Fondazione Cineteca Italiana ci segnala quanto segue: 'Presso la Sala Alda Merini-Spazio Oberdan (a Milano) della Provincia di Milano nell’ambito del festival Piccolo Grande Cinema, domenica 25 novembre alle ore 15.00 Fondazione Cineteca Italiana presenta in anteprima il film Gattu di Rajan Khosa. Si tratta di una toccante storia che ha per protagonista il giovane Gattu, un bambino orfano con la passione per il gioco degli aquiloni. Nel cielo che sovrasta la città in cui abita nota un misterioso aquilone di nome Kali e decide di avventurarsi sul tetto della scuola per riuscire ad avere alcuni metri di vantaggio per raggiungerlo e sconfiggerlo. Per riuscirci però deve fingersi uno studente. Peccato solo che non sappia nè leggere nè scrivere... Prodotto in India con un piccolo budget, questo film si rivolge a un pubblico dai 5 ai 99 anni e permette di scoprire l'India da una prospettiva inedita. Gattu ha ottenuto la menzione speciale nella sezione Generation Festival del Cinema di Berlino 2012. Ingresso bambini: euro 3,00. Ingresso adulti: euro 5,00 senza Cinetessera. Biglietti in prevendita allo Spazio Oberdan da una settimana prima dell'evento'. Sito della Cineteca Italiana. (Ringraziamo Cristina Formenti). Trailer di Gattu. Recensioni pubblicate dai media indiani (la pellicola è stata distribuita in India il 20 luglio 2012). Aggiornamento: abbiamo informato Rajan Khosa via Twitter della proiezione. Il regista, molto cortesemente, ci ha risposto: 'Wishing the Gattu viewers in Milan all my best. And a life where all dreams come true'. Grazie, Rajan!