21 giugno 2012

Amul's India - Autori vari

Il saggio che The Times of India recensisce quest'oggi è davvero originale: Amul's India (HarperCollins Publishers India). Il burro Amul nel subcontinente è da cinquant'anni un'istituzione. Ma sono le campagne pubblicitarie del prodotto a deliziarci. In modo arguto e colorato commentano qualsiasi argomento, dalla politica alla cronaca all'intrattenimento. Vi avevamo già presentato una serie di vignette ispirate a Bollywood (clicca qui), nonchè la photo gallery, probabilmente completa, tratta dal sito ufficiale di Amul. La recensione di TOI susciterà l'interesse degli appassionati di pubblicità: il saggio, infatti, analizza il fenomeno delle campagne promozionali a sostegno del prodotto, rimaste praticamente invariate negli anni nella concezione, ma con uno slogan nuovo (e una vignetta nuova) quasi ogni settimana. Un fenomeno pubblicitario forse più unico che raro.

Anurag Kashyap: Gangs of Wasseypur almost did not get made

Il regista Anurag Kashyap è l'uomo del momento. Il suo Gangs of Wasseypur I ieri ha inaugurato il London Indian Film Festival, e domani verrà distribuito nelle sale indiane. Vi segnaliamo l'intervista concessa da Kashyap a Rediff pubblicata il 19 giugno 2012. Qualche stralcio: 'I still feel that the old-school filmmakers don't like me. I guess they don't understand the kind of films that I am trying to make. At the same time, the generation has changed. A lot of new blood has been infused into the industry and they are standing up for the same thing that I have been doing for so many years. (...) We were thinking of making the film in three parts. We wrote three scripts. We combined half of the second part in part one and the other in part two. It is one film, but we had to make it in parts. I think two parts are not enough; it could have become a TV series (laughs)'. Il pezzo contiene anche un breve video nel quale il regista parla di Ram Gopal Varma.