1 settembre 2019

The Accidental Prime Minister: recensione

[Blog] Il guaio di The Accidental Prime Minister non è tanto il fatto di essere propagandistico, quanto soprattutto di essere assurdamente dilettantesco. Durante la visione ho provato un enorme imbarazzo. Distribuire nelle sale un prodotto così scadente richiede una dose industriale di incoscienza. Inoltre è fuorviante perchè racconta il doppio mandato da primo ministro di Manmohan Singh - e quindi mi aspettavo una pellicola a sostegno del partito del Congresso -, ma rappresenta il protagonista come un inetto totale, un fantoccio manovrato dall'intrigante e tentacolare famiglia Gandhi - e quindi mi sono ritrovata con un film a sostegno degli avversari politici del Congresso.