11 maggio 2012

Indians on the cover of Time magazine

La foto del giorno - Il leggendario giocatore di cricket Sachin Tendulkar guadagna la copertina del numero di maggio 2012 dell'edizione asiatica di Time. Per l'occasione, NDTV offre una photo gallery delle copertine  - alcune ormai pezzi d'antiquariato - del prestigioso periodico dedicate a personalità indiane. Si spazia da Gandhi ad Aishwarya Rai, da Madre Teresa a Indira, da Nehru a Sonia Gandhi.

Habib Faisal presenta Ishaqzaade

Vi segnaliamo l'intervista concessa da Habib Faisal a Rediff, pubblicata oggi. Sempre oggi è stato distribuito nelle sale il suo ultimo lavoro, Ishaqzaade, accolto molto favorevolmente dalla critica.

Rowdy Rathore: Chamak Challo Chel Chabeli

E' stato presentato oggi il video del brano Chamak Challo Chel Chabeli incluso nella colonna sonora di Rowdy Rathore, composta da Sajid-Wajid. Il duo Akshay Kumar-Sonakshi Sinha, a giudicare dal filmato, sembra funzionare alla grande. (E con le locandine di RR mi ci tappezzerei la casa!).

Ashvin Kumar: The journey, so far

Ultimamente stiamo concedendo spazio al cinema indipendente, non perchè stanchi di Bollywood (giammai!), bensì perchè riteniamo che la scena alternativa indiana sia ricca di originalità e di spunti interessanti. In Italia si ignora l'esistenza di un'industria cinematografica solida, fresca e agguerrita, in India, che vada al di là delle tanto vituperate coreografie. Il cinema indiano è un gigantesco calderone in piena attività evolutiva, nel quale, come da tradizione, tutto si mescola e nulla viene scartato. Ecco perchè parlare oggi di cinema popolare e cinema d'autore suona sempre più stonato: il cinema indiano sta attraversando una spumeggiante fase di cambiamento e consolidamento insieme. Intrattenimento e visione artistica non sono più concetti opposti. I giovani registi e produttori indiani stanno elaborando un linguaggio nuovo, sincretico, pronto a conquistare il mondo. A tale proposito, vi segnaliamo uno splendido testo autobiografico redatto dal regista Ashvin Kumar e pubblicato da Long Live Cinema il 23 aprile, completato oggi da una lunga intervista. Vi ricordiamo che l'ultimo lavoro di Kumar, The forest, è in distribuzione nelle sale del subcontinente, in edizione inglese per problemi di censura, a partire da oggi. Le recensioni critiche pubblicate sino ad ora mostrano pareri contrastanti.

Krishna Aur Kans: trailer

Little Krishna
A seguito del successo della serie televisiva Little Krishna, le vicende della giovanissima divinità vengono raccontate nel primo film indiano d'animazione in 3D stereoscopico: Krishna Aur Kans. Diretto da Vikram Veturi, KAK verrà distribuito nelle sale il 3 agosto. La colonna sonora è composta da Shantanu Moitra. Trailer.

Anurag Kashyap: I'm still a struggler

Il regista, produttore (e attore) Anurag Kashyap annuncia in questo articolo pubblicato... domani da The Times of India la sua intenzione di cimentarsi, entro la fine dell'anno, con un fumetto di stampo molto desi in lingua hindi. Ecco come Kashyap analizza il suo rapporto con l'industria cinematografica di Mumbai: '(...) I am working in an industry where people are very conditioned. They see things just one way and it took me a long time to make them see things in another manner. My films got banned and I got wondering what's wrong. Then I realised the problem was with the system. It does not define my films as cinema. My struggle was that I saw films differently from others in the space I worked in. (...) Entertainment's definition has been reduced to making people happy. Entertainment can be many things. Industry has taken a long time to understand what I am doing is also entertainment'.