16 gennaio 2020

Ambili: recensione

[Blog] Una favola per adulti, semplicistica ma divertente, sorretta dagli sguardi di Ambili, l'amabile protagonista. Il soggetto è gradevole, la narrazione indebolisce gli sforzi della sceneggiatura, e il ritmo si perde in qualche ripetizione di troppo e nello stiracchiatissimo finale. La pseudo storia d'amore non convince. L'interpretazione del mattatore Soubin Shahir è brillante per buona parte del film. Con l'eccezione del piccolo Sooraj Thelakkadu (il suo Shipru è irresistibile), il resto del cast non colpisce, e i personaggi secondari sono spenti.